Tretizen 20 Isotretinoina

6,90

Fabbricante: Zenlabs
Sostanza: Isotretinoina
Pacchetto: 20 mg/caps. (10 caps.)

COD: 663 Categorie: , Tag:

Descrizione

Tretizen-20 è un farmaco usato per trattare l’acne grave che non risponde ad altri trattamenti, compresi gli antibiotici. Questo prodotto è prodotto dalla società farmaceutica Zen Labs e contiene il principio attivo Isotretinoina. L’acido 13-cis-retinoico (isotretinoina) è stato sintetizzato per la prima volta nel 1955. Oltre all’acne, il farmaco viene utilizzato per: rosacea, dermatite periorale, dermatite seborroica, follicolite, granuloma annulus, sarcoidosi, vari disturbi della cheratinizzazione e foto-invecchiamento.

Effetto dell’isotretinoina sul corpo

L’isotretinoina rallenta la proliferazione delle cellule epiteliali dei dotti delle ghiandole sebacee e normalizza la differenziazione delle cellule terminali. L’isotretinoina facilita la secrezione e riduce la produzione di sebo.

L’assunzione di isotretinoina con il cibo aumenta la biodisponibilità di 2 volte. La concentrazione massima nel plasma sanguigno viene raggiunta entro 2-4 ore. L’isotretinoina si lega alle proteine plasmatiche per il 99,9% (principalmente con l’albumina). L’emivita dell’isotretinoina è di 19 ore. L’isotretinoina viene escreta nella bile e nei reni in quantità approssimativamente uguali.

Dose raccomandata di isotretinoina

L’isotretinoina di Zen Labs viene assunta per via orale. Il regime di dosaggio è impostato individualmente, perché le reazioni avverse e l’efficacia terapeutica dell’isotretinoina dipendono dalla dose e variano nel singolo. Il farmaco viene assunto con i pasti, la dose iniziale è di 0,4 – 0,5 mg / kg al giorno, che è divisa in due parti e viene utilizzata per 16 – 24 settimane. A seconda della gravità delle reazioni avverse e della risposta al trattamento, viene eseguito un aggiustamento della dose.

Se in 16 – 24 settimane il numero di eruzioni cutanee è diminuito del 70% o più, la terapia viene interrotta. Un secondo ciclo di trattamento viene effettuato al momento della conferma di un decorso ricorrente o persistente della malattia con un intervallo di almeno 2 mesi.