Maxi-Fen-20 Tamoxifene

45,00

Fabbricante: Maxtreme
Sostanza: Tamoxifene
Pacchetto: 20 mg/tab. (100 tab.)

COD: 521 Categorie: , Tag:

Descrizione

Descrizione

Maxi-Fen-20 è utilizzato dagli atleti per combattere alti livelli di estradiolo quando si utilizza AAS. Scopri le caratteristiche del farmaco e come viene utilizzato.
Il meccanismo di funzionamento del tamoxifera è l’inibizione dei recettori degli estrogeni. In precedenza, gli scienziati erano convinti che il Maxi-Fen-20 non avesse proprietà anti-estrogeniche, ma nel corso della ricerca questa teoria è stata smentita. A causa di ciò, il farmaco è ampiamente utilizzato dagli atleti. Inoltre, la popolarità della preparazione sotto molti aspetti è determinata dal basso prezzo.
Molti anabolizzanti hanno la capacità di interagire con uno speciale enzima chiamato aromatasi. Sotto la sua influenza, il testosterone viene convertito in estradiolo, che porta ad un aumento della concentrazione di quest’ultimo. Questa è la ragione per la manifestazione di un numero sufficientemente ampio di effetti collaterali. È per combatterli che viene usato il Maxi-Fen-20.

Effetti e vantaggi

Secondo le recensioni di tamoxifene, il farmaco ha i seguenti vantaggi:
• Ripristina i livelli di testosterone.
• Migliora lo sfondo ormonale.
• Conduce gli estrogeni.
• Stimola gli organi della secrezione interna e consente di ripristinare la produzione naturale di androgeni maschi.
• Riduce il colesterolo.
• Aumenta la quantità di globulina.

Dosaggi

A seconda della combinazione di steroidi sul percorso, il tamoxifene potrebbe non essere lo stesso. Qui un ruolo importante è svolto dall’esperienza dell’atleta. Il tamoxifene, a differenza della popolare preparazione del clomide, è più pronunciato. Molto spesso, 20 milligrammi del farmaco sono sufficienti per prevenire la ginecomastia e altri effetti collaterali. In questo caso, la dose è divisa in due dosi: 10 mg al mattino e lo stesso alla sera. Tamoxifen è l’ideale per i corsi anabolici a base di metano. Lo stesso vale per il turinabol e altri steroidi. È necessario scegliere il giusto dosaggio, in modo che non vi siano effetti collaterali. Il dosaggio di lavoro di un agente molto popolare con proprietà antiestrogeniche, vale a dire Maxi-Fen-20, è compreso tra 10 e 30 milligrammi al giorno. Con una tendenza all’aromatizzazione, il dosaggio giornaliero è di 20-30 mg. Le compresse sono prese con il cibo.

Effetti collaterali

Maxi-Fen-20 nel trattamento delle reazioni avverse più comuni associate al suo effetto anti-estrogenico, manifestate sotto forma di vampate di calore (vampate di calore), sanguinamento vaginale o secrezione, prurito nella zona genitale, alopecia, dolore nell’area di La lesione, Ossalgiya, aumento di peso. Reazioni avverse meno frequenti o raramente osservate sono state: ritenzione di liquidi, anoressia, nausea, vomito, stitichezza, affaticamento, depressione, confusione, mal di testa, vertigini, sonnolenza, febbre, eruzioni cutanee, disturbi visivi, tra cui alterazioni della cornea, cataratta, retinopatia e neurite ottica . All’inizio del trattamento può esacerbare localmente – per aumentare le dimensioni delle strutture dei tessuti molli, a volte accompagnate da gravi eritemi, lesioni e aree circostanti – che di solito scompare entro 2 settimane. Può aumentare il rischio di trombosi e tromboflebite. A volte ci possono essere leucopenia transitoria e trombocitopenia, oltre a un aumento dei livelli di insufficienza epatica, come fegato grasso, colestasi ed epatite. In alcuni pazienti con metastasi ossee al basale è stata osservata ipercalcemia. Maxi-Fen-20 provoca amenorrea o esordio irregolare delle mestruazioni nelle donne nello sviluppo pre-menopausale e reversibile dei tumori cistici dell’ovaio. Con il trattamento a lungo termine con citrato di tamoxifene possono verificarsi cambiamenti nell’endometrio, tra cui iperplasia, polipi e in rari casi – cancro dell’endometrio e lo sviluppo di fibromi uterini.